ARRIVA IL FREDDO!!!



Ecco come proteggere i nostri cani dalle insidie del freddo invernale!







I cani possono soffrire il freddo e le basse temperature, gli sbalzi termici e le correnti d’aria possono influire sul loro stato di salute, in modo particolare a partire dai prossimi giorni in cui con la “Tempesta di San Martino” di cui su MeteoWeb si sta parlando moltissimo, arriveranno i primi spifferi invernali da nord.
Allora cosa bisogna fare per proteggere al meglio i nostri adorati compagni fedeli di vita? Ecco alcuni consigli utili!
CANE POLTRONA - CopiaCUCCE: devono essere dotate di pavimento isolato dal terreno o sollevato da terra e devono essere impermeabilizzate. Potete rivestirle internamente con paglia o coperte, che devono essere rimossi e mantenuti puliti.

I cani che vivono in casa, devono affrontare sbalzi di temperatura tra interno ed esterno e rischiano malattie da raffreddamento e raffreddori. Si bagnano con la neve e con la pioggia o anche semplicemente mettendo le zampe in una pozzanghera, per cui, se ciò dovesse avvenire ricordate di
NON UTILIZZARE IL PHON per asciugare il pelo, in quanto provocherebbe un eccessivo sbalzo di temperatura, meglio quindi frizionare il pelo con un asciugamano!
CANE SCIARPA - CopiaTra i cani che soffrono di più il freddo: lo yorkshire, il dalmata, il boxer, il pincher e il pointer. Si a CAPPOTTINI per le passeggiate invernali, che sono utili a cuccioli, soggetti anziani e cani a pelo raso, purchè questa scelta non sia dettata dalla vanità o dalla volontà di seguire la moda! Il proprietario deve essere realmente preoccupato dello stato di salute del suo amico a quattro zampe!
PREFERITE PASSEGGIATE POMERIDIANE E NON SERALI PER PORTARLO A PASSEGGIO e occhio alla neve! Molti cani adorano mangiarla, ignari dei problemi all’intestino che essa può provocare soprattutto in anziani e cuccioli!
CURATE LE ZAMPE: tenete il pelo delle zampe accorciato per evitare la formazione del ghiaccio che si insinuerebbe tra i cuscinetti, dandogli fastidio. Le UNGHIE vanno tenute corte per evitare che, toccando terra, portino le zampe ad allargarsi troppo, permettendo ad acqua e ghiaccio di infilarsi tra i cuscinetti. Utilizzate un BALSAMO PROTETTORE sulle zampe prima di portarlo fuori casa (basta anche la semplice vasellina).


CANE CAPPELLINO - CopiaPERICOLO IPOTERMIA: i cani e i gatti hanno normalmente una temperatura rettale che varia dai 38 ai 39°C . Se essa scende al di sotto dei 37,5 , si parla di ipotermia. La terapia prevede il riscaldamento progressivo, concentrandosi su torace e addome. In casi grasi si utilizza la somministrazione per via endovenosa di liquidi tiepidi o clisteri di acqua tiepida, con una terapia di sostegno di base (ossigenoterapia, fluidi di sostegno per mantenere la pressione sanguigna). I cani esposti a lungo a basse temperature sono tra quelli più a rischio di ipotermia, ma al di sotto di 0°C diventa rischioso anche lasciarli in macchina!
CANE PIOGGIA - CopiaRISCHIO DEPRESSIONE : in alcuni cani è stata riscontrata la presenza di un’alopecia stagionale da novembre a marzo, con perdita di pelo sui fianchi. Sicuramente il cambiamento di stagione si ripercuote anche sul nostro fedele amico “peloso”, ma è davvero prematuro parlare di depressione!
ALIMENTAZIONE: con l’abbassamento della temperatura, il cane brucia più calorie, quindi è essenziale alimentarlo aumentando la porzione quotidiana di cibo o aggiungendo alla dieta alimentare un integratore…questo vale per i cani abituati a stare del tempo fuori all’aperto anche d’inverno. Per i cani che d’inverno godo del relax casalingo, diminuite la porzione di cibo giornaliero!
Se fuori fa veramente freddo, cosa esitate a fare entrare il vostro tesoro in casa? Di sicuro vi strapazzerà d’affetto, facendovi le feste dopo una stressante giornata di lavoro, mentre nella peggiore delle ipotesi vi sarete mossi da compassione, al punto da non poter fare a meno del suo affetto incondizionato durante tutta la giornata!