IL KILLER DEI LUPI A GROSSETO







Grosseto, 21 dicembre 2013 - Il corpo di un esemplare di lupo femmina dell'età apparente di due anni, uccisa da un colpo di arma, è stata trovato ieri nel Grossetano, sulla strada che da Saturnia conduce a Semproniano.

La scoperta è stata fatta dal direttore del Crasm, Centro di recupero degli animali selvatici di Semproniano, Marco Aloisi: l'animale è stato rinvenuto sul ciglio della strada, particolare che fa pensare a un gesto
dimostrativo. Segnalazioni sull'accaduto sono state fatte alla forestale e alla procura di Grosseto. Attualmente il corpo è a disposizione delle autorità presso il Crasm, da dove presumibilmente sarà trasferito all'Istituto zooprofilattico per i vari accertamenti. L'esemplare, è stato spiegato, presenta tutti i tratti fenotipici del lupo puro, anche se a darne la certezza sarà solo l'esame del Dna.

E' il quarto caso in poco tempo nel Grossetano: un lupo, ucciso con un colpo di fucile, fu trovato alle porte della città con le zampe legate mentre un anno fa circa, in piazza a Roccalbegna, il corpo di un canide ucciso, fu lasciato sotto le scale del Comune. Senza contare il corpo avvistato e poi fatto sparire solo qualche giorno fa. Anche in quel caso sembrava, ma non è stato possibile recuperare i resti, un lupo. Ora la femmina "sparata". Forse sarebbe il caso che le autorità cominciassero a indagare seriamente sul killer dei lupi, animali iperprotetti dalle convenzioni internazionali.