LA SUDORAZIONE NEL CANE


"Perchè i cani non odorano mai di sudore?..."
"Perchè non hanno ghiandole sudoripare e quindi non possono sudare. Hanno solo ghiandole sebacee..." 


In realtà, il cane possiede le ghiandole sudoripare (anche se in numero molto limitato rispetto all'uomo) e suda. Ma mentre nell'uomo il sudore che bagna il corpo ha una funzione termoregolatrice, nel cane la termoregolazione è affidata alla ventilazione: è per questo motivo
che, quando fa molto caldo o ha compiuto uno sforzo, spalanca la bocca, estrae la lingua ed ansima. E' un modo molto efficace per abbassare la temperatura sanguigna, evitando così una ipertermia che potrebbe essere pericolosa. Le ghiandole sudoripare sono di due tipi: apocrine ed esocrine o eccrine. Le prime, il cui nome deriva dal greco e significa "separata dal pelo", si trovano
sprofondate nel derma e sono sempre associate al follicolo pilifero; il loro dotto escretore penetra nel follicolo proprio al disopra dello sbocco del dotto sebaceo. Si trovano sparse in tutto il corpo; la loro secrezione contiene sostanze che, decomposte dai batteri cutanei, conferiscono il tipico "odore di cane". Questo secreto è costituito chimicamente da ferormoni ed altre sostanze che avrebbero lo scopo di lanciare segnali olfattivi caratteristici nell'ambiente, percepibili da altri cani: una specie di "carta d'identità" con cui il cane si presenta e si fa riconoscere dai suoi consimili.
Le seconde, il cui nome significa "esterno al pelo" perchè, appunto, non bagnano il pelo ma riversano il loro secreto, costituito principalmente da acqua, sulla superficie della pelle, si trovano esclusivamente sul naso, per mantenerlo sempre umido (almeno nel cane in buona salute) e sui cuscinetti plantari delle quattro zampe, per mantenerli morbidi ed evitare che si induriscano. Del resto è facile notare che, quando il cane è nervoso o impaurito da qualcosa, lascia sul pavimento delle impronte bagnate: ciò perche l'attività secretiva di queste ghiandole è accresciuta dalla adrenalina in circolo.