La torsione dell'intestino nei cani




La torsione gastrica nel cane è una patologia che si presenta più frequentemente negli esemplari che hanno uno stomaco molto mobile tenuto fermo dalla continuità con gli organi vicini e da vari legamenti ( Gastro-duodenale, Epato-gastrico, Gastro-lienale) i quali agiscono come dei veri e proprio tiranti per lo stomaco stesso.

le cause predisponenti di questa forma morbosa sono:

-Razze canine di Taglia Grande o Gigante nelle quali lo stomaco è più grande ed essendo i legamenti che lo
sostengono più grossi e più lunghi sono maggiormente predisposti alla torsione gastrica.

-Cani che mangiano molto in particolare quelli che fanno un unico pasto al giorno o animali in età avanzata o che fanno Intensa attività fisica subito dopo il pasto principale.

-Lassità dei Legamenti


La torsione gastrica nel cane infatti avviene spesso dopo il pasto, ed è causata da Movimenti di Avvitamento del tronco. Se l’animale a stomaco pieno infatti si muove molto può accadere che lo stomaco, vista la sua pesantezza, resti immobile con i suoi legamenti mentre il resto del corpo ruota intorno al cardias e al piloro.

Altre volte invece è lo stesso stomaco a ruotare di 180°/360° intorno all'asse maggiore.

In tutte e due le situazioni si ottiene una chiusura del cardias e del piloro con impossibilità di vomitare ed eruttare ; l’alimento quindi non può progredire il suo viaggio lungo il tratto digerente e lo o stomaco si trova ad essere come uno sacco chiuso ai due stremi (con una temperatura che può arrivare fino a 42°C) diventando una camera fermentante, si dilata con l’addome che si gonfia in corrispondenza delle ultime coste.

Questo aumento di volume provoca compressione del diaframma e deficit respiratorio: cianosi ed ipossia. il cane tende a tirare fuori la lingua che sarà di colore bluastro, e proverà un fortissimo dolore in quanto nella sua torsione lo stomaco trascina dietro il peritoneo che è carico di terminazioni nervose.

L’animale tende a mantenere una posizione tale da non comprimere gli organi interni ed evita di coricarsi.

La morte avviene in maniera rapida, dopo poche ore per asfissia o rottura stessa dello stomaco.

La terapia prevede un Intervento d’urgenza che consiste in una Gastrocentesi con ago 3/4 da effettuare nel punto di aderenza maggiore dello stomaco con la parete addominale, in modo tale da fare uscire la maggior parte del gas formatosi.

Laparotomia per ripristinare la posizione corretta dello stomaco e fissarlo con un punto alla parete addominale.
Solitamente avviene anche l'asportazione della milza perché spesso con la torsione gastrica si torce si congestiona anche la milza.