NUOVA TECNOLOGIA PER MONITORARE I CANI GUIDA


I ricercatori della North Carolina State University hanno sviluppato un dispositivo che permette alle
persone non vedenti di monitorare i loro cani guida, al fine di tenere d'occhio la salute e il benessere dei loro compagni canini. Il lavoro è stato condotto da Sean Mealin, uno studente di dottorato presso NC State, che è cieco. Questa foto mostra Mealin e il suo cane guida, Simba, con una cintura di cane guida tradizionale e gestire.
Credit: NC State University
I ricercatori della North Carolina State University hanno sviluppato un dispositivo che permette alle persone non vedenti di monitorare i loro cani guida, al fine di tenere d'occhio la salute e il benessere dei loro compagni canini.

"I cani comunicano principalmente attraverso i loro movimenti e la postura, il che rende difficile o impossibile per le persone non vedenti di comprendere appieno le esigenze dei loro cani su base momento per momento", dice David Roberts, un assistente professore di scienze informatiche presso
NC Stato e co-autore di un documento che descrive la nuova tecnologia. "Questa sfida è particolarmente pronunciato nei cani guida, che sono allevati e addestrati per essere esteriormente calma e evitare di attirare l'attenzione su di sé in pubblico."

Per far fronte a questa necessità, i ricercatori hanno sviluppato una suite di tecnologie che monitorano la respirazione e la frequenza cardiaca di un cane e condividere le informazioni con conduttore del cane.

"Il nostro obiettivo è quello di far di cani guida per sapere quando i loro cani sono stressati o ansiosi", spiega Sean Mealin, un dottorato di ricerca studente presso NC State e autore principale dello studio. "Questo è importante perché è opinione diffusa che lo stress è un fattore importante che contribuisce al pensionamento anticipato dei cani guida e di altri animali di servizio. La tecnologia può anche essere in grado di aiutare i gestori di rilevare altri problemi di salute, come i sintomi di esaurimento da calore."

La questione è particolarmente importante per Mealin, che è cieco e lavora con il proprio cane guida, Simba.

Il team di ricerca aveva già sviluppato tecnologie di monitoraggio che sono incorporati in un imbrago leggero che può essere indossato da soccorso o di servizio cani. Il trucco era quello di trovare un modo per condividere che i dati di monitoraggio con gli utenti non vedenti - e di farlo in un modo che permette gli utenti di agire sulle informazioni.

"Non volevamo dare gestori un flusso infinito di informazioni che potrebbero essere difficili da interpretare", dice Mealin.

Così, i ricercatori hanno sviluppato una maniglia specializzata che attribuisce al cablaggio di un cane guida. Il manico è dotato di due motori vibranti.

Un motore è incorporato nella maniglia dal pollice del conduttore, e vibra - o batte - nel tempo con frequenza cardiaca del cane. Quando la frequenza cardiaca aumenta del cane, così fa il tasso al quale il motore batte.

Il secondo motore è integrato nella maniglia pressi mignolo del conduttore, e vibra in sintonia con il respiro del cane. Gli aumenti di vibrazione e diminuisce di intensità, per simulare il cane respira dentro e fuori.

"Abbiamo voluto utilizzare i segnali elettronici che intuitivamente hanno senso per i gestori di cane", dice Roberts.

Il manico prototipo è stato testato con frequenza cardiaca simulato e dati respiratorie, ed è stato trovato per essere efficace a accuratamente trasmettere informazioni agli utenti.

"Stiamo aggiornando la progettazione e il piano per fare ulteriori test con i gestori di cane guida", dice Roberts. "Il nostro obiettivo finale è quello di fornire la tecnologia che può aiutare sia i cani guida e la loro gente. Questo non sarà nell'immediato futuro, ma siamo ottimisti sul fatto che ci arriveremo."

Testo "Science Daily"